Costi di spedizione | CLICCA QUI

X

Cavolfiore bianco

4,10

Peso: 2000 g.

Categoria:

Verdura tipicamente invernale, di colore bianco o verde. Il cavolo o cavolfiore bianco, molto conosciuto nel territorio salentino, è una delle varietà più comuni di cavolo. Si presenta di forma tondeggiante e colore bianco ha infiorescenza compatta di peso variabile tra 1 e 1,5 chilogrammi. Grazie al perfetto equilibrio dei suoi componenti il cavolo esercita un’azione benefica sulla salute di tutto l’organismo e contiene poche calorie. Ne viene utilizzato anche il succo per scopi terapeutici.

Il cavolfiore verde è parente del cavolfiore bianco, che però non essendo stato racchiuso all’interno delle foglie ha sviluppato la clorofilla. Tale clorofilla è importantissima per la produzione di emoglobina. Si coltiva da maggio fino a settembre. Si raccoglie dopo circa 90 giorni dal trapianto. Eccezionale qualità del fiore, compatto di un bellissimo colore verde. Arriva a pesare sino a 1,3 kg. Il cavolfiore è ricco di Potassio, Calcio, Fosforo, vitamina C. Contiene inoltre vitamina K, utile nei processi di coagulazione del sangue, vitamina E, ad azione antiossidante e protettiva delle membrane cellulari. Tra le proprietà più accreditate ci sono quella diuretica, lassativa e antireumatica.

In Cucina: Si consuma come contorno, lessato e condito con olio e aceto (o limone), conservato sottaceto, gratinato, fritto con la pastella, come condimento per la pasta o nelle minestre. Quando è particolarmente tenero e fresco, il cavolfiore è ottimo anche crudo: tagliato a fettine molto sottili e unito ad altre verdure in insalata. Crudo è anche più digeribile e salutare, perché conserva inalterate tutte le sue sostanze benefiche.

Curiosità: per mantenere intatte le proprietà del cavolfiore, la miglior tecnica di cottura è in pochissima acqua, stufato o al vapore, a piccoli pezzi. L’abitudine di lessarlo e di scolarlo, infatti, fa perdere buona parte delle essenze solforate, vitamine ed enzimi, rendendone così più difficoltosa la digestione. La parte più benefica della pianta è costituita dalle foglie, che contengono infatti clorofilla, zolfo, molti oligoelementi e provitamina A: rendono il cavolfiore più digeribile, ma solitamente vengono scartate.

Origine: San Cesario di Lecce, San Donato di Lecce, San Pietro in Lama, Lecce, Puglia, Italia,
Categoria: I
Calibro: misto
N° pezzi: 1 (Kg circa 1/1,5)

Cavolfiore bianco o verde
Categoria Verdure e Ortaggi
Nome Scientifico Brassica oleracea, cv. botrytis cauliflaura

 

Ripartizione percentuale dell'energia

Composizione percentuale
Proteine 51%
Lipidi 7%
Carboidrati 42%
Alcol 0%

 

COMPOSIZIONE CHIMICA E VALORE ENERGETICO PER 100g DI PARTE EDIBILE

Composizione chimica valore per 100 g
Parte edibile (%): 66
Acqua (g): 90.5
Proteine (g): 3.2
Lipidi(g): 0.2
Colesterolo (mg): 0
Carboidrati disponibili (g): 2.7
Amido (g): 0.3
Zuccheri solubili (g): 2.4
Fibra totale (g): 2.4
Alcol (g): 0
Energia (kcal): 25
Energia (kJ): 105
Sodio (mg): 8
Potassio (mg): 350
Ferro (mg): 0.8
Calcio (mg): 44
Fosforo (mg): 69
Magnesio (mg): 28
Zinco (mg): 0.7
Rame (mg): 0.13
Selenio (µg): tracce
Tiamina (mg): 0.1
Riboflavina (mg): 0.1
Niacina (mg): 1.2
Vitamina A retinolo eq. (µg): 50
Vitamina C (mg): 59